© 2022 Filippo Centenari

Adeguamento Liturgico Cattedrale di Cremona

Scarica la: 
TAVOLA DI PROGETTO

Coordinatore del gruppo di lavoro
arch. Guido Chiari

Componenti gruppo
arch. Romano Alessandro Ruggeri
arch. Matteo Piacentini
arch. Ana Laisa Chiroli

Artista
Filippo Centenari

Liturgista
Don Tiziano Ghirelli

Progetto per adeguamento liturgico Cattedrale “Beata Vergine Maria Assunta” in Cremona
Progetto selezionato

 

Questa mia recente espressione riassume riflessioni personali sul tema della luce e dello spazio.
La luce che genera lo spazio è voluta da Dio nella Genesi.
Lo spazio liturgico è inteso come propagazione di un centro, il cui fulcro è riposto nell’altare.
Il disegno dell’altare, dell’ambone e del portacero sono quindi frutto dell’analisi del rapporto tra questi due aspetti in considerazione dell’uomo, dei suoi movimenti e dei suoi gesti finanche i tempi.
In questo e per questo le mie scelte progettuali impongono solennità, rispetto del contesto esistente, eredità di materia dal medesimo e preziosità.
I materiali scelti definiscono questi concetti e appartengono e si rapportano al suono.
Solo ottone e marmo Marquina.

La pietra dell’altare è in parte sospesa posteriormente come in esilio terrestre – lapis exilis –  per soli 5mm di aria.
Poggia al centro su due coste in ottone che scendono ricurve ed inclinate quindi in tensione verso l’alto.
Tutto inciso a raggi circolari, a disegnarne la “scala”, è questo cono portante, ora ponte tra terra e cielo -come per la pietra di Betel-  la cui base e cono è verso i fedeli mentre il vertice tende al cielo.
Le pareti interne a vista, tutte in ottone, enfatizzano l’apertura del sarcofago e quindi la rinascita.
Tre tagli nel marmo sul fronte – fenestrella confessionis – rivelano la preziosa capsa reliquiaria sospesa da terra mediante un sistema di compensazione a contrappeso.
Dio è verso di noi e noi verso di lui, tensione e pulsione.

L’ambone, individuato a 40° dalla capsa reliquiaria, sull’asse della fenestrella fronte altare, è luogo di emanazione della parola e in questo discende a terra a contatto con i fedeli.
Incisi sul fronte scultoreo saranno alcuni versi sacri interpretati come segno e disegno: una cascata del Verbo.

Il porta-cero, in serie di cilindri d’ottone avvitati gli uni negli altri, è elemento con possibilità variabile d’estensione.
Diviene portante a livello strutturale oltre che indicatore ed “antenna” di invito al cielo.

 

Centenari 28-01-2021

 

Altare
Ottone e marmo Marquina

 

Altare – Dettaglio Capsa Reliquiaria sospesa
Ottone e marmo Marquina

 

Ambone
Ottone e marmo Marquina

 

Portacero
Ottone

 

Cattedra e sedute
Ottone e marmo Marquina

 

Simulazione ambientata

Prev Work:

"Anime"